I tre stadi dell’eccellenza applicati al marketing del TUO hotel

“Ci sono molti sentieri che portano in cima al monte Fuji, ma esiste un un’unica vetta.”

(Morihei Ueshiba – ideatore dell’Aikido)

Ultimamente sto vivendo un periodo particolarmente intenso.

Tra i miei clienti privati, la crescita di Albergatore Pro, la formazione delle nuove leve Giorgia Formica e Cristiana Bonacini, la distribuzione dei compiti, la gestione della community e i vari corsi da preparare, tutto gira senza soluzione di continuità.

Ah, poi ci sarebbe un’altra attività in fase di lancio, ma questa è un’altra storia…

Ora, siccome non ho il super poter di dilatare il tempo, devo calibrare OGNI gesto, sapendo che, dedicare un solo minuto ad una cosa, significa toglierlo a qualcos’altro.

Tuttavia, ogni tanto un “imprevisto” crea una fortunata interruzione nella mia routine militaresca.

Settimana scorsa, ad esempio, mi è capitata sotto gli occhi, la mail di una delle mie newsletter preferite.

Sto parlando di “EfficaceMente”, di Andrea Giuliadori, uno dei principali esperti italiani di crescita personale.

Se non lo conosci, ti consiglio di rimediare subito.

Detto questo, Andrea, a differenza di altri formatori, NON scrive mail ogni giorno.

Al contrario, lo fa solo di LUNEDI’.

E di norma invia solo contenuti molto interessanti.

Il che, genera due conseguenze:

1. Sai già quando ti scriverà (con tanto di effetto piccolo principe);

2. Sai che, se deciderai di aprire la mail, quasi sicuramente varrà il tempo che investirai nella lettura, (cosa non scontata al giorno d’oggi).

Ma torniamo a noi.

Nello specifico, la mail in questione affrontava il tema dello ShuHaRi.

Come dici?

Non sai di cosa sto parlando?

Te lo spiego subito.

Lo Shuhari è un concetto molto noto tra i praticanti di arti marziali, in particolar modo tra gli allievi di Aikido e indica quelli che sono i tre stadi dell’eccellenza.

Il bello è che, una volta compresa la logica dei 3 stadi, potrai applicarla indiscriminatamente, in qualunque attività in cui vuoi distinguerti.

Compreso il TUO hotel.

Sei pronto per intraprendere la via dell’eccellenza?

Ok, cominciamo.

Stadio 1 – Shu (守): segui la regola

In questo stadio, il tuo compito è quello di scegliere (con attenzione) un mentore e applicare FEDELMENTE i suoi insegnamenti.

Poniamo, ad esempio, che tu non sia soddisfatto degli andamenti del tuo hotel.

Ti rendi conto che stai ottenendo risultati al di sotto del tuo potenziale e decidi di guardarti in giro, cercando riferimenti.

Ti confronti con altri amici albergatori che consideri capaci, che però sono troppo incasinati per starti dietro.

Partecipi a qualche corsetto gratuito, dove apprendi tattiche interessanti, ma in breve tempo ti rendi conto che nessuna azione da sola è sufficiente per far cambiare rotta al tuo hotel.

Poi apri facebook, vieni risucchiato da uno dei tanti gruppi di discussione e per settimane rimbalzi da uno all’altro, senza capire qual è la fonte migliore.

C’è chi si perde nei meandri dei numeri, pensando di poter ridurre una materia umanistica come il marketing, ad un mero algoritmo.

C’è chi si atteggia a Montemagno del front office, che ti intrattiene 3 minuti, ma non ti lascia niente di pratico da fare.

Insomma, un bel casino.

Poi un BEL giorno sei capitato su Albergatore Pro e hai notato dei personaggi un po’ “invasati” e “folcloristici”, che però sembrano mandarla ALLA GRANDE se parliamo di fatturati.

Ecco, questa è la fase che io chiamo “uccidi il secondo me”.

Se le cose NON vanno come vorresti, devi prendere il tuo EGO, farci un fagotto e metterlo via per un pò.

Continuare a fare zapping da una pagina all’altra, prendendo un pezzo di qua e un pezzo di là, ti porterà come unico risultato CERTO, quello di essere ancora più confuso di quando hai cominciato le ricerche.

Quindi, ripeto.

Scegli un Maestro e seguilo.

Senza discussioni.

“Dai la cera, togli la cera.”

Nessuna domanda.

Stadio 2 – Ha (破): vìola la regola

A seguito di un lungo e disciplinato apprendistato, un bel giorno, ti accorgerai di aver memorizzato gli insegnamenti del tuo mentore, al tal punto da aver “meccanizzato” le procedure.

Ovvero, fai le cose senza pensare: in automatico metti in pratica ciò che hai imparato.

Tradotto: finalmente hai un SISTEMA.

Questa è la tipica situazione in cui si trova chi partecipa al corso Albergatore Pro ed applica il metodo per almeno un anno.

Hai capito quali sono le priorità, hai iniziato ad investire sul tuo marketing e hai aumentato occupazione e fatturato.

È una fase di grande serenità, data dalla nuova consapevolezza e al tempo stesso di GRANDE pericolo.

Infatti, una volta imparato IL metodo NON puoi permetterti di spegnere il cervello e lasciare la guida al pilota automatico.

Il rischio di ritrovarti tra qualche anno, di nuovo in difficoltà, a causa del “ho sempre fatto così”, è troppo alto.

Non vorrai mica tornare al punto di partenza, giusto?

C’è il monte Fuji da conquistare, ricordi?

Ok, allora cosa facciamo?

È il momento di SPERIMENTARE.

Significa buttare via tutto quello che hai imparato e ricominciare da zero?

Assolutamente no.

Immagina il metodo Albergatore Pro come la ricetta di una torta.

Ecco, ora che hai imparato a cuocerla senza bruciarla e fai bella figura coi tuoi amici, puoi provare una piccola personalizzazione.

Fermati subito. Non sto dicendo di cambiare l’impasto.

Ho detto PICCOLA personalizzazione.

Tieni la ricetta al 90%.

E ti concedi una deviazione del 10%, per testare quell’idea che ti ronza in testa da un po’ ma che GIUSTAMENTE nella fase 1 non hai considerato.

Questa è la fase che io chiamo “scorza d’arancio”, per indicare un ingrediente NON previsto (ma consentito), che se amalgamato con gli altri rende UNICA la tua ricetta.

Stadio 3 – Ri (離): sii la regola

Ok, ora che hai appreso il metodo, effettuato una serie di test, bruciato delle pentole e trovato il TUO ingrediente UNICO, sei libero.

Ormai IL METODO fa parte di te e sei anche in grado di concederti piccole deviazioni per declinarlo alla TUA realtà, senza deragliare.

Ma NON basta.

Perchè, una trovato il TUO elemento differenziante, devi metterlo AL CENTRO del tuo sistema.

Devi creare il TUO brand e definire tutti gli ingredienti che lo compongono:

– Nome;
– Payoff;
– Servizi personalizzati;
– Una serie di messaggi finalizzati alla trasmissione dell’idea
;

Poi, devi investire per avere il MAGGIORE impatto possibile, sul maggior numero di persone possibile.

Come dici?

Bellissima lezione, ma troppo teorica?

Concordo, ma la pratica è una cosa seria e se ti interessa ci vediamo qui:

All’unico, VERO ed INIMITABILE, vertice annuale per Albergatori Professionisti.

Perchè ricorda:

“Ci sono molti sentieri che portano in cima al monte Fuji, ma esiste un un’unica vetta.”

P.s. Se proprio non riesci ad aspettare novembre per iniziare la scalata, clicca qui e inizia SUBITO la preparazione:

L’HOTEL E’ UN MUCCHIO DI MATTONI (Senza un albergatore Pro)

Ci vediamo in cima! 🗻

Share this post

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

ACCEDI gratis alla community Albergatore Pro

Il gruppo dedicato agli albergatori e professionisti nel campo dell’Ospitalità.

All’interno troverai articoli, news, guide relative all’industria alberghiera. Lavoriamo ogni giorno per trovare le strategie più efficaci, dal marketing all’operativo e tutto ciò che che può trasformarsi in fatturato per l’hotel. Entra a far parte della nuova generazione di albergatori!

COMPILA QUESTO FORM PER ACCEDERE:

Albergatore Pro Copyright © 2019 | P.I. 04372030405 | Privacy Policy - Cookie Policy