Sono aperte le iscrizioni ad albergatore pro 2022!

Superbonus Alberghi: le informazioni principali che devi conoscere

Questo articolo nasce da un bisogno dichiarato: avere informazioni chiare sul decreto Superbonus 80% dedicato alle:

  • Strutture alberghiere;
  • Strutture agrituristiche
  • Strutture termali;
  • Aree congressuali e fieristiche;
  • Parchi tematici.

Il decreto è stato emanato il 7 novembre e la pubblicazione del bando tecnico è prevista per il 21 febbraio 2022 con una finestra temporale per il caricamento dei documenti di circa 30 giorni.

Questo articolo ha lo scopo di aiutare gli Albergatori Professionisti ad acquisire le informazioni principali con l’obiettivo di renderli sufficientemente preparati per trasformare i loro progetti in proposte.

Dunque, iniziamo. 

Chi puo’ aderire al Superbonus? 

Come già detto sopra, l’insieme di attori principali che possono aderire al Superbonus 80% sono: 

  • Strutture alberghiere;
  • Strutture agrituristiche
  • Strutture termali;
  • Aree congressuali e fieristiche;
  • Parchi tematici.

A questo, va aggiunto che è possibile candidarsi e quindi presentare la propria domanda solo ed esclusivamente se i lavori non siano stati conclusi alla data dell’emanazione del decreto, vale a dire il 7 novembre 2021 e che inoltre, nel caso di vincita del bando, i cambiamenti apportati tramite il contributo possono avvenire solo ed esclusivamente dopo 5 anni dalla realizzazione, pena l’annullamento del contributo.

Quindi, se ipotizziamo di aver iniziato e concluso un iter di ristrutturazione entro il 7 novembre 2021, allora non potrò accedere al Superbonus. 

In caso contrario, sarà possibile partecipare.

Le aree di intervento comprese nel decreto Superbonus

Principalmente le aree di intervento comprese nel decreto SuperBonus sono tre: 

  • Efficientamento e Ottimizzazione del consumo energetico;
  • Abbattimento delle barriere architettoniche;
  • Digitalizzazione della struttura.

Ogni azione che si vuole portare in essere dovrà quindi rientrare tra queste tre aree di intervento principali per un totale non superiore ai 200 mila euro.

Cosa si intende con Digitalizzazione della struttura?

L’ultima area presente nel decreto, merita una menzione a parte. 

Quando parliamo di digitalizzazione, intendiamo tutti gli interventi che mirano a migliorare l’implementazione digitale nella nostra struttura e quindi: 

  • Impianti Wi-Fi;
  • Ottimizzazione siti web;
  • Software prenotazione;
  • Sistemi informatici per la vendita di servizi.

Questo è solo una lista preliminare delle attività che sono possibili realizzare.

Ti invitiamo a utilizzare il link in fondo all’articolo per scoprire le altre.

Le modalità di presentazione per il Superbonus

La presentazione della documentazione e quindi della domanda, avverrà completamente online, quindi in formato digitale e sarà disponibile una finestra temporale di 30 giorni per il caricamento dei documenti necessari. 

La presentazione terrà conto dell’ordine cronologico. 

Ciò significa che presentare la domanda al giorno zero, avrà un peso non indifferente. 

Inoltre, stando alle informazioni attuali, la presentazione dovrà contenere le percentuali di prezzo delle tre aree di intervento.

Aggiungiamo anche che, il progetto presentato dovrà essere quello completo e che è fortemente sconsigliato modificarlo dopo averlo già caricato all’interno della piattaforma.

Gli scenari d’azione del Superbonus

In questo paragrafo, vogliamo aprire gli occhi alla maggior parte degli albergatori che, leggendo questo articolo, staranno già pensando a come muoversi. 

Quindi, prima che tu prenda qualsiasi decisione, leggi queste parole: non ragionare a compartimenti stagni. 

Ciò che vogliamo dire è che, quando parliamo di abbattimento delle barriere architettoniche per esempio, non ci stiamo semplicemente riferendo all’aumento delle dimensioni delle porte o degli ascensori ma anche a tutta quella serie di miglioramenti per i non udenti e a tutte quelle attività che possono rendere la tua struttura più godibile a 360 gradi e che non siano fine a sé stesse. 

Stessa cosa riguarda il consumo energetico. 

Non fermati esclusivamente al pannello fotovoltaico o al cappotto. 

Pensa in grande. 

Pensa a un sistema per il risparmio dell’acqua, alla sostituzione di tutte le lampade della tua struttura, ai condizionatori e a tutti gli strumenti che utilizzi e che possono rientrare in questa macro area di attività. 

Più sarai in grado di accomunare le attività all’interno di una visione globale, più semplice sarà prepararti per inviare la presentazione. 
Ciò che non devi dimenticare è che ogni attività, dovrà essere necessariamente subordinata ad una o a tutte le aree di intervento e mai fine a sé stessa.

Conclusioni

Queste sono le informazioni principali che abbiamo tradotto per permettere agli albergatori di iniziare a saperne di più sul tema. 

Ciò che è certo è che il Superbonus rappresenta senza ombra di dubbio una grande opportunità. 

Una possibilità concreta di colmare un gap strutturale e digitale che ad oggi non è più giustificabile, soprattutto in previsione di riaprire i confini e acquisire nuovamente clienti esteri che, certamente, non si accontenteranno più di standard base. 

Se volessi avere maggiori informazioni sul decreto Superbonus, ti invitiamo a guardare il Webinar Pro gratuito, dal quale è tratto e aggiornato questo articolo, cliccando qui.

A presto! 

Commenti

Share this post

ACCEDI gratis alla community Albergatore Pro

Il gruppo dedicato agli albergatori e professionisti nel campo dell’Ospitalità.

All’interno troverai articoli, news, guide relative all’industria alberghiera. Lavoriamo ogni giorno per trovare le strategie più efficaci, dal marketing all’operativo e tutto ciò che che può trasformarsi in fatturato per l’hotel. Entra a far parte della nuova generazione di albergatori!

INSERISCI I TUOI DATI PER ACCEDERE