Scopri come entrare nella testa dei tuoi clienti grazie al copy, per vincere le resistenze e portarli a compiere un’azione che migliorerà la loro vita e farà crescere i numeri sul tuo conto corrente

Probabilmente ti sarai accorto che in questi giorni sono meno attivo del solito e hai ragione.

Il motivo è molto semplice.

Sono chiuso da settimane nel mio bunker per preparare i contenuti del corso.

Mentre ti scrivo siamo arrivati in tripla cifra.

Proprio così.

Tra partecipanti, staff e docenti siamo a CENTOUNO persone.

Una cosa bellissima.

Ma, come si dice?

“Da grandi poteri derivano grandi responsabilità.”

E così mi sto spremendo le meningi per mettere a disposizione il risultato di 10 anni di studio ed esperienze dirette e indirette per portarti al corso un vero e proprio CONCENTRATO di tutte le strategie più efficaci.

In particolare ieri ho lavorato sul copy che, tra parentesi, sarà l’ultimo intervento di martedì sera. (quindi ti consiglio di rimanere fino alla fine per essere sicuro di non perdertelo.)

Nel frattempo ti faccio un piccolo spoiler.

Il copywriting non è un dono naturale. Non è saper scrivere. Non è “scrivere per vendere”.

E’ piuttosto una disciplina complessa, derivata dal marketing strategico, basata sulla psicologia e sulla conoscenza degli algoritmi che portano le persone a prendere le decisioni.

In 3 parole: è una FIGATA.

E la cosa più importante da sapere è che è una capacità che può essere allenata e migliorata in maniera esponenziale nel tempo.

Perchè per imparare a scrivere in copy, PER PRIMA COSA DEVI SCRIVERE.

Perchè più scrivi, più migliori

Poi ovviamente devi misurare i risultati.

Capire quante persone reagiscono alle tue comunicazioni, quante si iscrivono alla tua newsletter, quante ti chiedono un preventivo, quante prenotano.

Ma non è tutto.

Perchè una strategia di copywriting che si rispetti è composta da due fasi con obiettivi diversi e complementari tra loro.

✍️ Il copy a risposta diretta. Che è quello finalizzato a far compiere un’azione (iscrizione, richiesta preventivo, prenotazione)

✍️ Il copy d’influenza. Che è quella parte della strategia che viene PRIMA e ti serve per aggregare i tuoi lettori e portarli ad entrare a far parte del TUO mondo.

Ed è ANCORA PIU’ IMPORTANTE.

Perchè se hai lavorato bene in fase di costruzione del tuo brand, con il copy d’influenza supererai le normali resistenze che vanno in contrasto con i desideri durante la fase decisionale.

E una volta superate le barriere difensive del tuo cliente, sarai in grado di trasferire il tuo hotel direttamente all’interno della cartella “DESIDERI” nell’hard disk ha in testa.

E a quel punto, succederà qualcosa di incredibile.

Cioè che le tue landing page e le tue newsletter, (che dovrai comunque scrivere secondo i canoni del copy che vederemo al corso) diventeranno di colpo MENO IMPORTANTI.

Perchè, a quel punto, basterà il nome del tuo hotel, e il desiderio ad esso collegato, per fare compiere un’azione al tuo cliente.

Come dici?

Vuoi imparare come si fa?

CI vediamo il 26 settembre alle ore 18.00

Solo su Albergatore Pro

http://www.albergatorepro.com/evento-albergatore-pro-2017/

Gian Marco Montanari

Nato a Rimini da una famiglia di albergatori, sono appassionato di sport, viaggi e crescita personale. Aiuto gli hotel ad ottimizzare l’organizzazione e incrementare il fatturato attraverso il software gestionale. Negli anni ho seguito personalmente lo sviluppo di oltre 200 hotel in Italia e all’estero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *