Perchè sei un DEFICIENTE se critichi tripadvisor nel 2017

Ieri, per l’ennesima volta da quando esiste il gruppo, è partito il dibattito su tripadvisor.

Giudizi falsi, clienti malati, bla bla bla.

Tra l’altro non è nemmeno più vero che le recensioni possono essere anonime, perchè oggi se vuoi lasciarne una devi creare un utente, se vuoi creare un utente devi collegarlo ad account social e i social sono sempre più restrittivi nella creazione degli account. (Nel senso che se ne crei uno ad hoc senza amici che non usi dopo pochi mesi te lo segano)

Detto questo, tripadvisor ha indubbiamente una falla nel sistema di verifica recensioni.

Chiunque puó registrarne una anche senza essere stato realmente ospite dell’hotel o cliente dell’attività recensita.

È sbagliato e andrebbe migliorato, siamo tutti daccordo.

Ma siccome non è un agenzia viaggi non sono in grado di risolvere.

Ora:

==> Esistono pazzi squilibrati che lasciano recensioni a caso in attivitá che NON hanno mai visitato? Si, esistono.

==> Esistono imprenditori invidiosi che mettono recensioni false e denigratorie sugli hotel competitor? Si, sono ritardati ma esistono. Anche se statisticamente sono briciole. Tipo 0, su base 100

==> Esistono clienti mentalmente instabili che si improvvisano critici e si sentono depositari della verita assoluta penalizzando gli albergatori con recensioni negative ingiuste?! Si esistono anche questi.

==> Esistono “società” che vendono pacchetti di recensioni positive per falsificare in positivo la brand reputation dei loro “clienti”? Si, esistono anche queste.

Questi gesti meschini possono ferire l’ego, l’integrità e la sensibilità di chi li subisce, soprattutto se chi li subisce lavora con passione professionaltá ed etica?

Certamente si. Lo so per esperienza personale.

Ma sul serio, sul totale delle recensioni… quanto pensi che incidano?

Statisticamente siamo a meno del 5% sul totale.

Il che significa che su 100 recensioni 95 sono REALI.

Su 200 sono CENTONOVANTA.

Quindi di cosa stiamo parlando??

No, perchè la fuori ci sono ancora albergatori che si raccontano la favola che on-line hanno cattive recensioni per colpa dei clienti, dei competitor, del tempo e del governo che non incentiva gli investimenti…

E sai cosa è peggio??

Che alcuni consulenti gli danno ragione.

E sai perchè??

Perchè sono MEDIOCRI come i clienti che seguono.

Ti dico una brutta verità se non la sai… (chissà poi perchè tocca sempre a me fare la parte del grillo parlante).

Se su tripadvisor hai cattivi giudizi, se dicono che lavori male, se a fatica raggiungi 3 palle, vuole dire solo una cosa:

che devi rimboccarti le maniche, lavorare di piú, curare meglio le relazioni, fare più attenzione al servizio, ai prezzi, ristrutturare, cambiare albergo se sei gestore e in generale fare tutto quello che serve per far felici i clienti.

Belli o brutti che siano.

Perchè sono loro gli unici giudici.

Sul serio, le chiacchiere stanno a zero.

Gli albergatori campioni che conosco hanno tutti giudizi eccellenti anche su tripadvisor.

Altri ancora lavorano tanto SOPRATTUTTO grazie a tripadvisor.

E io non faro MAI lo psicologo dei malati immaginari che cercano una spalla ipocrita su cui piangere.

Preferisco dirti come la penso oggi, prima ancora che ti iscriva ufficialmente al corso, cosi se NON sei d’accordo sei libero di andare a cercarti un altro “maestro”.

Le porte sono aperte.

Per tutti gli altri: saremo più forti e più uniti di prima

Gian Marco Montanari

Nato a Rimini da una famiglia di albergatori, sono appassionato di sport, viaggi e crescita personale. Aiuto gli hotel ad ottimizzare l’organizzazione e incrementare il fatturato attraverso il software gestionale. Negli anni ho seguito personalmente lo sviluppo di oltre 200 hotel in Italia e all’estero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per conoscere quali e disattivarli o cancellarli, consulta la Cookie Policy. Proseguendo nella navigazione presti il consenso al loro utilizzo. Voglio saperne di più

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi