Non solo i clienti si meritano la migliore accoglienza

Dato che 6 comandamenti su 10 del “Titolare perfetto” riguardano i collaboratori, rilancio con questa foto che immortala il modo in cui vengono accolti il primo giorno di lavoro i nuovi assunti in un’azienda americana.

I primi momenti in una nuova realtà sono fondamentali per far iniziare nel migliore dei modi un nuovo collaboratore, purtroppo però, vengono spesso lasciati in balia degli eventi, per la mancanza di tempo (“Scusami ma adesso non riesco a seguirti, intanto puoi nomecosanoninerenteallamansionepercuièstatoassunto”) o per la scarsa voglia da parte dei colleghi di coinvolgerlo (“Non vorrà mica portarmi via il lavoro!?”).

E se i primi giorni sono disastrosi, l’euforia del nuovo lavoro se ne va e anche il miglior profilo scapperà a gambe levate dal tuo hotel.

I due dogmi rimangono sempre: allontanare gli “scollaboratori” e formare al meglio i “campioni”, ma intanto, chi ben comincia è già a metà dell’opera, non dici?

Sentirsi accettati e coinvolti sin dal primo giorno, non può che far crescere l’ “attaccamento alla maglia” dei nuovi dipendenti, che non potranno far altro che ricambiare dando il 100% per continuare a sentirsi importanti e cercare di far crescere il valore dell’azienda.

Nato e cresciuto nell’hotel dei miei genitori a Riccione, con la passione per i computer e la tecnologia in generale, sono un consulente e formatore informatico specializzato nel settore alberghiero.
Aiuto gli hotel ad ottimizzare ed automatizzare le procedure alberghiere con la tecnologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *