Uncategorized Archive

7+1 strategie salvavita da usare SUBITO per evitare di affondare nella palude del last minute

Ok, mentre scrivo il calendario segna 19 giugno.

Da adesso non si scherza più.

“Veramente Gian Marco, io è da ottobre che mi faccio il mazzo.”

Certo, regolare ma ora entriamo nella ZONA ROSSA della stagione estiva.

L’80% degli albergatori stagionali nei prossimi 60 giorni si giocano almeno il 60% del fatturato.

Vietato sbagliare.

E ovviamente, come é naturale che sia, non cresce “solo” la posta in palio.

Cresce anche l’ansia da prestazione.

E cosi, non passa giorno senza che riceva una chiamata, un messaggio su whatsapp, una nota vocale, una mail o un messaggio su fb (o anche tutte le cose della lista ) con un grido d’allarme legato ad invenduto imminente e/o cancellazioni.

Anche qui, tutto normale.

Certo, capisco che sia un disturbo psicologico, o meglio, una “rottura di palle” ma non è niente di nuovo rispetto a ciò che accade TUTTI gli anni in questo periodo.

Perché?

Semplice.

Perché arrivati a questo punto della stagione i “fanfaroni” che hanno sbagliato le tariffe, si accorgono che se non si danno una mossa non riescono a pagare affitti o mutui e puntualmente…

SBRAGANO le tariffe.

Tradotto?

Gli Albergatori Pro che hanno giocato d’anticipo e si apprestavano ad esplorare le vette di tariffe mai pronunciate, si trovano invece di fronte ad una specie di palude.

Il punto è che essendo pronti per fare “alpinismo”… non sono attrezzati per la palude.

Vediamo cosa succede nel dettaglio?!

Gian Marco Montanari

Nato a Rimini da una famiglia di albergatori, sono appassionato di sport, viaggi e crescita personale. Aiuto gli hotel ad ottimizzare l’organizzazione e incrementare il fatturato attraverso il software gestionale. Negli anni ho seguito personalmente lo sviluppo di oltre 200 hotel in Italia e all’estero.