copywriting Archive

Scopri perchè dal 26 maggio saper usare il copy sara ancora più importante e perché la GDPR avrà il ruolo della safety car in una gara di formula 1

Come sai, venerdì 18 ore 19.00 abbiamo organizzato un vero e proprio webinar sul tema privacy (chiamarla diretta sarebbe riduttivo)

In quell’occasione affronteremo con l’esperto Fabrizio D’Agostino la questione nei dettagli e capiremo cosa cambia per gli albergatori.

Ma nel frattempo posso anticiparti cosa cambia da un punto di vista marketing.

E partiamo dallo status quo.

Oggi ogni Albergatore Pro che si rispetti investe CON COSTANZA nella creazione di una lista contatti profilati.

Tradotto: oltre, ovviamente, a quelle dei clienti ospitati, raccoglie email sistematicamente, ogni giorno.

==> Le chiede a chi fa richiesta telefonica (per inviare preventivi o con la “scusa” della waiting list in caso di non disponibilità)

==> A chi fa walk-in (sia che il cliente decida di soggiornare o meno)

==> A chi vuole scaricare una guida della destinazione (facendolo atterrare su un’apposita landing page)

Ed altri interessanti trucchetti che faccio applicare abitualmente ai miei studenti privati (e che ovviamente non sto a svelarti qui ora).

Ora, questo fino a ieri costituiva un GRANDE vantaggio competitivo.

Perché permetteva di creare un DATABASE enorme, da sfruttare per fare marketing (e solo in ultima battuta per inviare offerte).

E la cosa era incrementale.

Perché nel frattempo ogni giorno un albergatore non pro, chiudeva il telefono dicendo “non abbiamo disponibilità” senza chiedere uno straccio di contatto.

Quindi, grazie a questa semplice abitudine, anche senza una vera strategia di marketing e/o un brand attrattivo si ottenevano buoni risultati.

Sfruttando la FORZA BRUTALE dei numeri.

Si, perché, a parità di conversione (esempio 3 prenotazioni ogni 1000 mail inviate) se un albergatore con 25.000 contatti incontra un albergatore con 1.000 contatti, l’albergatore con mille contatti é un albergatore morto (di fame)

Ma ora cambia tutto.

Perché dal 25 maggio l’esito della gara torna completamente in discussione.

Perché?

Semplice.

Perché la nuova normativa GDPR, scompiglia le carte come l’ingresso della safety car dopo un temporale in una gara di formula uno.

Cosa intendo?

Gian Marco Montanari

Nato a Rimini da una famiglia di albergatori, sono appassionato di sport, viaggi e crescita personale. Aiuto gli hotel ad ottimizzare l’organizzazione e incrementare il fatturato attraverso il software gestionale. Negli anni ho seguito personalmente lo sviluppo di oltre 200 hotel in Italia e all’estero.

Scopri come entrare nella testa dei tuoi clienti grazie al copy, per vincere le resistenze e portarli a compiere un’azione che migliorerà la loro vita e farà crescere i numeri sul tuo conto corrente

Probabilmente ti sarai accorto che in questi giorni sono meno attivo del solito e hai ragione.

Il motivo è molto semplice.

Sono chiuso da settimane nel mio bunker per preparare i contenuti del corso.

Mentre ti scrivo siamo arrivati in tripla cifra.

Proprio così.

Tra partecipanti, staff e docenti siamo a CENTOUNO persone.

Una cosa bellissima.

Ma, come si dice?

“Da grandi poteri derivano grandi responsabilità.”

E così mi sto spremendo le meningi per mettere a disposizione il risultato di 10 anni di studio ed esperienze dirette e indirette per portarti al corso un vero e proprio CONCENTRATO di tutte le strategie più efficaci.

In particolare ieri ho lavorato sul copy che, tra parentesi, sarà l’ultimo intervento di martedì sera. (quindi ti consiglio di rimanere fino alla fine per essere sicuro di non perdertelo.)

Nel frattempo ti faccio un piccolo spoiler.

Il copywriting non è un dono naturale. Non è saper scrivere. Non è “scrivere per vendere”.

E’ piuttosto una disciplina complessa, derivata dal marketing strategico, basata sulla psicologia e sulla conoscenza degli algoritmi che portano le persone a prendere le decisioni.

In 3 parole:

Gian Marco Montanari

Nato a Rimini da una famiglia di albergatori, sono appassionato di sport, viaggi e crescita personale. Aiuto gli hotel ad ottimizzare l’organizzazione e incrementare il fatturato attraverso il software gestionale. Negli anni ho seguito personalmente lo sviluppo di oltre 200 hotel in Italia e all’estero.