Monthly Archive:: gennaio 2018

Come valutare un city hotel da prendere in gestione – consulenza gratuita in 20 step

Signore e signori, buon inizio settimana.

Se sei ancora intorbidito dal week end, ti consiglio di farti un bel caffè DOPPIO prima di continuare a leggere, perché il post di oggi fa parte dalla categoria “consulenza gratuita” e merita IL MASSIMO livello di attenzione possibile.

Per gli Albergatori Pro: vi voglio concentrati come durante gli stacchetti della coppia canalis-corvaglia a striscia

Per le Albergatrici Pro: stessa attenzione del primo giorno di saldi da Zara

Capito il senso?

Bene, partiamo.

Solo nell’ultima settimana mi é capitato di valutare 3 strutture che 3 clienti stanno valutando in 3 destinazioni diverse.

Nell’ordine si parla di

 Milano
 Firenze
 Venezia

Ora, dato che spesso per chi viene da destinazioni mare-montagna é difficile comprendere i parametri di valutazione dei city hotel, proviamo a fare insieme il punto.

1. Il primo dato da cui partire per valutare il potenziale di una struttura è il FATTURATO CONSOLIDATO (fatturato)

Gian Marco Montanari

Nato a Rimini da una famiglia di albergatori, sono appassionato di sport, viaggi e crescita personale. Aiuto gli hotel ad ottimizzare l’organizzazione e incrementare il fatturato attraverso il software gestionale. Negli anni ho seguito personalmente lo sviluppo di oltre 200 hotel in Italia e all’estero.

WhatsApp per aziende, nuovo canale ufficiale per il tuo hotel e perché devi automatizzare le procedure se non vuoi impazzire

Di recente ho letto un post che citava un articolo (di dicembre 2017 su un blog statunitense) dove ho scoperto che c’è una novità in casa Facebook/WhatsApp.

Premessa: Facebook sta sviluppando il lato business di WhatsApp più o meno allo stesso modo di Messenger.

Lo scorso settembre infatti, WhatsApp ha annunciato in via ufficiale, l’uscita di WhatsApp business.

Tradotto:

Profili VERIFICATI per le aziende per stabilire la propria presenza sul servizio di messaggistica istantanea.

In pratica Facebook offrirà a breve alle aziende un modo per avviare le conversazioni con i clienti su WhatsApp!!!

Le aziende possono ora aggiungere pulsanti ai loro annunci pubblicati su Facebook che collegano ai loro account WhatsApp.

Questi pulsanti sono effettivamente l’alternativa specifica di WhatsApp ai pulsanti collegati a Messenger che Facebook ha introdotto lo scorso anno e ampliato a Instagram all’inizio di quest’anno.

“Molte persone usano già WhatsApp per comunicare con le piccole imprese.

È un modo veloce e conveniente per rimanere in contatto.

Aggiungendo un pulsante click-to-WhatsApp agli annunci di Facebook, le aziende possono ora rendere ancora più facile per le persone conoscere i loro prodotti, fissare un appuntamento o utilizzare il loro servizio “, ha detto il responsabile marketing del prodotto di Facebook, Pancham Gajjar, in una sua dichiarazione.

Gli annunci abilitati per WhatsApp verranno mostrati solo alle persone su Facebook che hanno effettivamente WhatsApp installato sui loro telefoni…

Assomiglieranno a un annuncio di feed di notizie standard, ma includono un pulsante “Invia messaggio” con il logo di WhatsApp.

Premendo il pulsante si aprirà WhatsApp su un messaggio preformattato creato ad hoc.

Le persone saranno in grado di modificare il testo del messaggio prima di inviarlo e il messaggio verrà consegnato con un’immagine dell’annuncio iniziale di Facebook in modo che il marchio possa identificare quale annuncio come responsabile per il messaggio in arrivo!

Quindi tutte le persone presto saranno in grado di fare clic su un pulsante di un annuncio Facebook per inviare un messaggio a un’azienda tramite WhatsApp

I brand possono acquistare solo annunci click-to-WhatsApp sponsorizzando il post di una pagina organica e selezionando un’opzione dal menu per aggiungere il pulsante click-to-WhatsApp…

Sfruttando gli annunci nei feed di notizie di Facebook, Facebook spera di aumentare il livello di consapevolezza delle persone e il coinvolgimento con le aziende su WhatsApp.

Considerate che lo ha anche provato per Messenger, che sta diventando un canale significativo per le aziende!

Si dice che i dirigenti del settore pubblicitario vedono il potenziale in WhatsApp per riuscire dove Messenger ha faticato…WhatsApp si rivolge a un pubblico più internazionale di persone che risiedono in aree in cui comunicare con le aziende attraverso lo stesso servizio che usano per chattare con i propri amici è una pratica più consolidata.

Ora, questo cosa comporta per il TUO hotel?

Gian Marco Montanari

Nato a Rimini da una famiglia di albergatori, sono appassionato di sport, viaggi e crescita personale. Aiuto gli hotel ad ottimizzare l’organizzazione e incrementare il fatturato attraverso il software gestionale. Negli anni ho seguito personalmente lo sviluppo di oltre 200 hotel in Italia e all’estero.