Monthly Archive:: Luglio 2016

Real time marketing

Come spesso accade, la catena Marriott è sempre ricca di innovazioni, in questo periodo sta portando avanti un piano di marketing in tempo reale.

Ha di recente dato vita a M live, un ufficio in cui si producono contenuti di marketing e dove si dialoga con gli utenti sulle piattaforme social, creando conversazioni che generano un alto livello di engagement.

In questo modo, avendo a che fare direttamente con le persone, possono scoprire subito le opportunità del momento e sfruttarle immediatamente.

Come?

Come ragiona Booking?

Il mese scorso mi è capitato un fatto interessante con Booking che vorrei condividere, perchè credo che non tutti ne siano a conoscenza (me compreso prima che mi accadesse).

Il tutto è nato ad inizio marzo, quando ho modificato il prezzo di una non rimborsabile: sull’extranet vedevo il prezzo corretto ma quando facevo la ricerca dal portale mi dava un prezzo più basso.

Purtroppo la risposta ai miei messaggi di richiesta assistenza è stata “Sarà il suo channel manager”, dichiarazione che racchiude in sè il massimo del pressapochismo.

Dopo due settimane di “Non è il MIO channel manager, sul VOSTRO extranet il prezzo è giusto”, mi entra una prenotazione di 3 giorni, 2 a prezzo giusto e uno con quello più basso. Olè!

L’amico campione

Scrivo giusto due righe al volo per rendere onore al merito del nostro amico Stefano Viola titolare del Grand Hotel Le Rocce di Gaeta.

Si, lo so. Non bisognerebbe fare “pubblicità”.

Ma in questo caso faccio volentieri un eccezione a scopo didattico.

Ho conosciuto Stefano 5 anni fa, in un pomeriggio di primavera presso la sua struttura e in quell’occasione stava valutando di cambiare il suo vecchio gestionale.

Abbiamo avuto una riunione fiume con lui e il papà, che è uno di quegli albergatori bravissimi ma molto vecchia scuola, di quelli che quando provi a vendergli qualcosa, sai che già che sarà una battaglia durissima.

Beh, in quell’occasione ha vinto lui, e nonostante tre ore di demo, sono ripartito per Napoli senza contratto (e mi sono anche perso il primo tempo dell’inter che quella sera giocava in champions league).

Ma forse avevo lasciato un impronta.