Monthly Archive:: aprile 2016

L’uomo da 9,4 MILIARDI di dollari

Chi mi conosce sa che ho sempre avuto grande passione per la formazione.

Corsi di vendita, pubblic speaking, copywriting, marketing e tutti ciò che può aiutarmi a migliorare personalmente e professionalmente rappresentano la principale voce di costo del mio bilancio personale.

Certo, ho preso anche qualche fregatura, ma in generale sono soldi spesi benissimo che sono tornati moltiplicati con gli interessi.

Nel corso della mia esperienza ho incontrato docenti di 3 livelli: ciarlatani, motivatori, professionisti veri.

Ma da domani per 4 giorni vivrò un avventura veramente speciale. Qualcosa di diverso da tutto quello che ho gia visto.

Parteciperò ad un corso di marketing con Jay Abraham che viene a Riccione ospite di un importante formatore italiano.

Come dici? Non sai chi è Jay Abraham?

Gian Marco Montanari

Nato a Rimini da una famiglia di albergatori, sono appassionato di sport, viaggi e crescita personale. Aiuto gli hotel ad ottimizzare l’organizzazione e incrementare il fatturato attraverso il software gestionale. Negli anni ho seguito personalmente lo sviluppo di oltre 200 hotel in Italia e all’estero.

Scegli la destinazione o diventa destinazione

“In Italia, il turismo nelle città d’arte è cresciuto nell’ultimo ventennio a un ritmo del +3,5% all’anno, arrivando a generare una spesa complessiva di oltre 16 miliardi.”

“Nel dettaglio, dal 1995 al 2015 il turismo culturale è cresciuto del 114% negli arrivi (circa 21 milioni) e del 100% nelle presenze (circa 53 milioni)”

Direttamente dalla categoria faq (frequent asked question, domande più frequenti) del mio blog.

“Ciao Gian Marco, ho N anni, un paio d’anni fa ho preso in gestione un hotel a “posto mai sentito nominare” e ho grossi problemi di risultati.

Ho pochissima domanda, ricevo poche prenotazioni e il fatturato non basta a coprire i costi.

Puoi darmi una mano? Cosa mi consigli di fare?”

Ora, premesso che in questi casi la mia emotività prevale sull’analisi tecnica perchè sono sinceramente dispiaciuto quando mi scrivono per raccontarmi difficoltà, qui il miglior consiglio che potrei dare è molto semplice:

“Chiudi.”

Mi spiego meglio: quando si valuta la gestione di una struttura alberghiera, il primo dei tanti fattori da considerare in ordine di importanza è la destinazione.

La destinazione è una sorta di paracadute.

Conosco personalmente decine di albergatori che non sono qualificati per esercitare la professione e si salvano soltanto grazie ad un brand di destinazione forte, che ancora oggi consente loro di lavorare senza capire niente di quello che stanno facendo dal punto di vista marketing.

Ma non tutti sono così fortunati.

Gian Marco Montanari

Nato a Rimini da una famiglia di albergatori, sono appassionato di sport, viaggi e crescita personale. Aiuto gli hotel ad ottimizzare l’organizzazione e incrementare il fatturato attraverso il software gestionale. Negli anni ho seguito personalmente lo sviluppo di oltre 200 hotel in Italia e all’estero.

Amo l’Italia e ODIO i politici

Nelle ultime settimane si fa tanto parlare del nuovo spot per il turismo in Italia, lanciato in queste ore dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Condivisioni, entusiasmo, autocelebrazioni.

Lo analizziamo insieme tecnicamente da un punto di vista di marketing dato che è un’attività di marketing?

FA SCHIFO

E’ imbarazzante.

Vado in ordine sparso:

1) Cancella immediatamente qualsiasi cosa abbia suscitato in te. Non mi interessa se ti piace, se lo condivideresti.

Virale = insignificante da un punto di vista marketing.

“L’importante è che se ne parli” è la scusa che usano i creativi per giustificare le centinaia di migliaia di euro che buttano per fare a gara a chi è più creativo senza generare 1/100 di ritorno economico rispetto al budget investito.

Un’azione di marketing non deve fare parlare di se o del brand, deve dare al potenziale cliente un buon motivo per agire (agire = mettere mano al portafoglio)

2) Solo una manica di decerebrati disonesti può spendere centinaia di migliaia di euro per produrre un video promozionale del paese in ITALIANO.

Ripeto, IN I T A L I A N O!!

Cioè questi se la raccontano, dicendo che vogliono promuovere l’italia nel mondo e producono un video con protagonista una turista straniera che parla con un buffo accento italiano.

A cosa serve?

Gian Marco Montanari

Nato a Rimini da una famiglia di albergatori, sono appassionato di sport, viaggi e crescita personale. Aiuto gli hotel ad ottimizzare l’organizzazione e incrementare il fatturato attraverso il software gestionale. Negli anni ho seguito personalmente lo sviluppo di oltre 200 hotel in Italia e all’estero.